Innesti

Innesto a spacco : guida come reallizzarlo

Innesto a spacco : è largamente utilizzati per gli alberi da frutto.

Innesto a spacco

L’obiettivo di questi innesti  è quello di dare vita a frutti con caratteristiche migliori.

L’innesto a spacco, oltretutto, è uno dei più praticati anche perché è molto semplice da eseguire.

Come si realizza un innesto a spacco

Per realizzare questa tecnica occorre una pianta madre, detta anche portainnesto, un ramo di un’altra pianta dotato di alcune gemme e un coltello da innesti adatto per eseguire gli innesti.

Il ramo che deve essere inserito nella fenditura, ovvero la marza, deve essere tagliato in modo tale che la sua estremità coincida con il taglio effettuato all’interno della pianta madre.

innesto a spacco
innesto a spacco

Dopo aver fatto combaciare i due rami è necessario legarli strettamente per consentire alla marza di germogliare e far nascere nuovi frutti, che si nutrirà dalla pianta madre.

La differenza tra l’innesto a spacco e altri tipi di innesti è che questo utilizza un ramo come marza e non la singola gemma.

Il periodo più indicato per effettuare gli innesti a spacco è la primavera, quando comincia il germoglio delle marze.

Queste, però, devono essere tagliate via dall’albero durante la stagione invernale, ovvero quando sono a riposo vegetativo.

Dopo averle tagliate, bisogna conservare in frigorifero per essere perfette fino a primavera.

Innesto a spacco : guida come reallizzarlo
Vota

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Close

Ad Blocker

considera di disabilitare ad blocker