Come Potare i Bonsai

Come potare i bonsai : Se vogliamo prenderci cura dei bonsai la potatura è un elemento da effettuare con cura, per dare alla pianta la possibilità di crescere e di poterle dare la forma desiderata.

Come Potare i Bonsai

La potatura in genere va fatta regolarmente, ma bisogna tenere conto di ciò che desideriamo fare. I bonsai vanno curati costantemente e la potatura è molto importante per fargli assumere la forma desiderata, ma è anche fondamentale per garantire loro una buona crescita e un fogliame rigoglioso.

Sfoltirlo e liberarlo dai rami superflui è quindi la prima cosa da fare, aiutandosi con delle forbici affilate o con una tronchesina. Per sigillare i rami e non farli infettare occorre poi passare un mastice da potatura oppure una pasta cicatrizzante che li protegga e li aiuti a guarire le ferite inferte dal taglio.

Quando effettuare la potatura

Esistono due tipi di potatura, quella di mantenimento e quella di impostazione. La potatura di mantenimento, necessaria per mantenere la forma a degli alberi, può essere fatta per tutta la stagione di crescita.

La potatura di impostazione del bonsai va fatta all’inizio della primavera o nel tardo autunno, quindi prima e dopo la stagione di crescita.

Come potare il bonsai

Per eseguire la potatura di mantenimento bisogna potare i rami che fuoriescono dalla forma desiderata con delle forbici specifiche o un tronchese.

potare bonsai

E’ importante potare regolarmente soprattutto le parti esterne e superiori così da costringere l’albero a distribuire la crescita in maniera uniforme e a sviluppare un fogliame più denso.

Per eseguire la potatura di impostazione del bonsai, invece, occorre posizionare l’albero su un tavolo e rimuovere tutto il legno morto, poi bisogna decidere quali rami non rientrano nel disegno desiderato o nello stile bonsai scelto e che quindi devono essere rimossi.

In linea di massima, se due rami partono alla stessa altezza dell’albero, bisogna mantenerne uno e rimuovere l’altro.

I rami verticali in genere vanno rimossi, così anche quelli con curve innaturali, e anche quelli sproporzionati dalla cima dell’albero.

Queste sono alcune regole, ma si può decidere personalmente alla realizzazione della forma dell’albero, dando libero sfogo alla creatività.

E’ bene aver cura dei tagli di grandi dimensioni che vanno sigillati con una pasta cicatrizzante adatta, ideale per proteggere dalle infezioni le ferite per aiutare l’albero a guarire più in fretta.

Con quali forbici potare il bonsai

Le  forbici per  bonsai sono quelle realizzate secondo la tradizione giapponese con manico lungo e stretto, ottime per tagliare rami e foglie e per raggiungere anche i punti più distanti.

Queste forbici hanno una comoda presa e sono ideali per eseguire un lavoro di precisione. Per mantenerle sempre in ottimo stato devono essere conservate in una scatola sigillata, così da proteggerli dai cambiamenti di temperatura e dall’umidità.

In questo modo non si rovinano e non si corrodono: infatti, proprio perché realizzate in acciaio al carbonio, le lame non sono inossidabili e per mantenerle inalterate nel tempo è consigliabile asciugarle dopo l’utilizzo. E’ anche consigliabile passare ogni tanto dell’olio e affilarle con delle pietre specifiche.

Come Potare i Bonsai
5 (100%) 1 vote

Guarda Anche

talea di oleandro

Talea di oleandro

Talea di oleandro : guida completa Come fare le talee di oleandri. L’oleandro è un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *